venerdì 21 gennaio 2011


PURUNA CHE SPINACI!

scusate per il titolo un po' rozzo, ma in italiano non so come si chiamano anche perché non né ho visti in giro.. questi li facciamo noi nel mio piccolo paese...
puruna è plurale, sono simili ai calzoni ma con una pasta tipo sfoglia.
Non sono difficili da fare ma credetemi sono molto buoni, si preparano con... 1k di farina, 1 cubetto di lievito di birra piccolo ( in questa ricetta la levitazione non è importante perché non serve molto quindi anche se avete la meta' di cubetto piccolo di lievito può' andare bene) sale quanto basta, 1 limone spremuto (ma io né consiglio meta' perché si sente molto) un bicchiere di vino rosso, mezzo cucchiaino di bicarbonato, un pizzico di zucchero. si impasta come il pane non si fa lievitare, si prende un po' di pasta e si passa dalla nonna papera oppure con il mattarello (ma ci vuole molta energia) con invece nonna papera(quella per stirare la pasta di casa) stirare la pasta come se doveste fare la pasta in casa (messa a 2) poi prendete un po di pasta stesa circa 30 cm la precisione non importa più corta e la pasta stesa più piccolo verra', attorccigliate la pasta stesa e (cospargete di olio sopra con la mano) tipo tagliatelle mettete da parte e preparate le altre poi in fine con il mattarello formate una pizzetta e mettete dentro gli spinaci conditi con sale pepe nero un filo d'olio ( noi mettiamo anche olive nere, e salsiccia a pezzettini) (va bene anche la pancetta, prosciutto cotto mozzarella) a vostro piacere non dovete seguire la mia ricetta, la potete personalizzare, infornare a 200g per circa mezzora fino a quando non saranno cotte sotto e sopra, sembra difficile ma non lo è, quando stirate la pasta mettete l'olio prima di arrotolarla, in alternativa, potete farle tipo calzone il lavoro sarà di meno, ( il risultato sarà' diverso la pasta stesa e poi attorccigliata tipo tagliatelle.. da un effetto alla pasta tipo pasta sfoglia ed è più croccante e più rustica sono molto buoni e facili da fare, se non avete capito qualche passaggio io sono qua'!


14 commenti:

  1. Non conosco proprio la paruna e mi piacerebbe provarla ! Dai ci provo, speriamo in bene !! Buon fine settimana !!!

    RispondiElimina
  2. Wou!!!Mai vista e sentita una cosa del genere!!!Almeno qualche novità!!!!Brava!!!!

    RispondiElimina
  3. Le ricette tradizionali mi affascinano sempre ^_^ grazie per questa ricetta ^_^

    RispondiElimina
  4. Wow che bella ricetta! Con l'utilizzo del vino poi mi intriga parecchio!

    RispondiElimina
  5. Ciao!
    Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente contro l’omofobia, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne. Qui trovi tutte le info. Vieni a leggere, grazie!
    http://merendasinoira.wordpress.com/2011/01/24/entro-il-6-febbraio-liberiamoci-del-maiale/
    http://kemikonti.blogspot.com/2011/01/nuovo-post.html

    RispondiElimina
  6. Ciao! :) il tuo blog mi piace moltissimo invece (mi riferisco a ciò che hai scritto nel tuo profilo). Sei molto brava a cucinare e quindi eccomi tra i tuoi sostenitori. Complimentissimi! e comunque complimenti ai tuoi 25 anni e 3 figli :D ...bacionissimi :*

    RispondiElimina
  7. Davvero ottima questa ricetta da provare perche' mi incuriosisce molto, mi aggiungo ai tuoi sostenitori e se ti fa piacere passa a trovarmi!!! A presto!!!

    RispondiElimina
  8. Complimenti quante delizie, mi sono appena giunta ai tuoi sostenitori se ti va ti aspetto sul mio blog luciapasticciona a presto

    RispondiElimina
  9. mi piace conoscere i piatti regionali...questo è una meraviglia!

    RispondiElimina
  10. Ciao, complimenti per la tua bellissima famiglia!!! Abbiamo la stessa età ma tu ti sei data parecchio da fare, brava!!! Invece io devo ancora cominciare......
    Le tue ricette sono molto particolari, mi unisco ai tuoi sostenitori, così ho modo di seguirti!
    Quando vuoi, fai un giro dalle mie parti.....
    Ciao, alla prossima

    RispondiElimina
  11. Hola Anto, que maravilla de blog tienes!! y con sólo 25 años, no hay nada que hacer, que eres una de esas chicas que nacen con la estrella culinaria!! gracias por tus recetas y por compartirlas y gracias al traductor de google que me permite entenderlas a la perfección!! me quedo como tu seguidora!! Y bueno no me quiero despedir sin antes invitarte a visitar mi blog, Tu E Chef, que aunque aún no ha cumplido tres meses está muy lleno de cariño y de ilusión, pásate un momento que yo pondré un merengado de frutas que he preparado, y unos refrescos, de finas hierbas que combinan estupendamente!!

    RispondiElimina
  12. Ciao antonella, sono passata dal tuo blog per caso e lo trovo molto bello , le tue ricette sono molto gustose e ben curate.. è bello che tu proponi piatti tipici , e questa "paruma" è davvero una bontà !!!! se ti va passa a trovami..ne sarei davvero lieta !

    RispondiElimina
  13. Buensimaaaaaaaaa.
    Un besito desde Alicante, España.

    RispondiElimina